«Torna alla home | I Comuni del Salento | Mappa Salento | Pubblicità | Contatto | Link | I nostri banner |  
| Salento Storico | Eventi Salento | Ricette Salento | Itinerari Salento | Alloggi Salento | Prodotti Tipici | Salento Ristoranti | Artigianato |
Ricette e Sapori: Pitte e Fritture
Indice Pasta e Riso Verdure e Legumi Carne
Pesce Pitte e Fritture Dolci Conserve

PITTE E FRITTURE

Cu ffaci la frittata, l'ove tocca lle rumpi

Pasta da pane

Ingredienti:
Dosi per 6 persone
Occorrono: 450 gr di farina bianca, 20 gr di lievito di birra, sale, l'acqua necessaria, olio d'oliva.
Preparazione:
Si setacci la farina su un piatto di marmo, si faccia la fontana ed al centro si metta il lievito di birra sciolto in acqua tiepida insieme al sale necessario; si impastino gli ingredienti perché si amalgamino velocemente tra loro, si lavori l'impasto con le mani perché possa divenire omogeneo e perfettamente liscio e finché si noti che non si attacchi più né alle dita che sul marmo. Si copra l'impasto con dei canovacci di lino, e in luogo caldo che non sia il forno si faccia lievitare per almeno 4 ore. Si riprenda la pasta, si lavori un po' prima di modellarla alla tipologia della ricetta prescelta.


Ede lu cirivièddhu ca te càmpa,
ca lu pane quàntu pàre ca te bbìnchia.


Pizzi

Preparazione:
L'impasto è quello della pasta da pane a cui si aggiunge cipolla tritata, pomodoro e zucchine affettate, fatte macerare per un'ora con il sale. Si possono unire anche peperoncino e ulive nere.

 

Ccu ll'acqua nu sse frisce,
e ccu lle chiàcchere nu sse cuncrude


"Pittule"

Ingredienti:
Si utilizzano 1 kg di farina, un cubetto di lievito di birra un po' d'acqua tiepida quanto basta per sciogliere il lievito, il sale necessario.In un grande recipiente si metta la farina setacciata, il lievito di birra sciolto in acqua tiepida e il sale necessario.
Preparazione:
Si mescoli e si impasti con una mano fin quando si ottenga un impasto morbido, a questo punto si acceleri e si impasti con veemenza, "sbattendo" con la mano per un lungo periodo e comunque fin quando l'impasto risulti privo di grumi ed abbastanza "gonfio". Si copra il recipiente e lo si adagi in un posto abbastanza caldo, (che non sia forno) per almeno tre ore, affinché avvenga la lievitazione in modo che il volume aumenti almeno per tre volte (cosa da tener presente per la scelta del recipiente). Dopo la lievitazione si passi alla cottura; si prenda con un cucchiaio un po' dell'impasto non più grosso di una noce e lo si versi in olio caldo e si faccia in modo che frigga e colorisca. Le frittelle cotte, vengono man mano sgocciolate dall'olio e adagiate su carta assorbente. Si abbia cura di inumidire il cucchiaio in acqua ogni volta che si prende l'impasto per la frittura.
All'impasto di base si aggiungono a scelta (ove si desideri farlo), baccalà bollito e triturato con le dita; un misto di olive nere con acciughe e pomodorini conditi; cavolfiore condito; tonno sott'olio e sponzali crudi tagliati in sottili rondelle; cime di rape bollite; e poi……. Tutto ciò che vi suggerisce la fantasia.


Varianti:

“Pittule” alla pizzaiola
Ingredienti: una cipolla, gr 100 di pomodori maturi; gr 200 di zucchine; 2 cucchiai di olive nere snocciolate; un cucchiaio di capperi; 4 alicetti sotto sale.
Preparazione:
In una ciotola mettere la cipolla tritata, i pezzetti di pomodori maturi, le zucchine tagliuzzate; salare e lasciare macerare per due ore. Quando la pasta delle “pittule” é lievitata, unire le verdure, le ulive nere snocciolate, i capperi, le alici dissalate e diliscate a pezzetti.

“Pittule” con il cavolfiore
Ingredienti:
gr 700 di cavolfiore
Preparazione:
Mondare il cavolfiore, prendere le cimette, scottarle in abbondante acqua salata. Immergerle nella pasta lievitata, friggerle.

“Pittule” con il baccalà
Ingredienti:
kg. 1/2 di baccala
Preparazione:
Lessare il baccalà precedentemente messo a mollo, sbriciolarlo, unirlo alla pasta lievitata, friggere.

“Pittule” con le rape
Ingredienti:
kg. 1 di rape
Preparazione:
Pulire le rape, prendere i broccoli, scottarli in abbondante acqua salata. Unirli alla pasta lievitata, friggere.

“Pittule” con le alici
Ingredienti:
8 alicetti
Preparazione:
Dissalare, diliscare le alici, lavarle, asciugarle, dividerle a pezzettini, mescolarle con la pasta lievitata,friggere.

“Pittule” dolci
Ingredienti:
4 cucchiai di uva “passa”
Preparazione:
Mettere l’uva “passa” a bagno in acqua tiepida. Scolarla, mescolarla alla pasta lievitata e quindi friggere.

“Pittule” con la “fracaja “
Preparazione:
Friggere i pesciolini dopo averli infarinati. Farli scolare sulla carta assorbente, incorporarli alla pasta e friggere le “pittule”. * La “fracaja” è costituita da pesciolini vari appena nati.


La patàna tocca ssènte la campàna


Calzoni

Ingredienti:
500 gr di farina bianca, 20 gr di lievito di birra, 50 gr di pecorino grattugiato , 400 gr di pomodori maturi, 2 acciughe, 2 cucchiai di capperi, prezzemolo, olio d'oliva, sale.
Preparazione:
Si setacci la farina a fontana sulla spianatoia, si metta il lievito sciolto in poca acqua tiepida, poi si aggiungano anche 2 cucchiai di olio, due pizzichi di sale ed un po' d'acqua tiepida in quantità necessaria da ottenere un impasto liscio. Si copra con un canovaccio di lino e si faccia riposare per un'ora e mezzo. Si taglino le acciughe a pezzettini,; si sbuccino i pomodori e si rosolino in una padella con un po' d'olio, si spenga il fornello e si uniscano le acciughe ed i capperi, un cucchiaio di prezzemolo tritato, il pecorino ed un pizzico di sale. Si spiani l'impasto con un matterello a sfoglia abbastanza sottile, con il tagliapasta circolare si ritaglino dei dischi di 12-14 cm di diametro, su ogni disco si metta un po' di salsa, poi con un pennello intriso nel tuorlo d'uovo si unga la circonferenza, si ripieghi ogni disco di pasta a mezzaluna, si prema bene sui bordi. Si friggano in abbondante olio d'oliva e si scolino su carta assorbente dopo che siano divenuti dorati.

 
Salento Story
 
 
Alloggi Salento
 
 
Artigianato Salento
 
 
Prodotti tipici Salento
 
 
 
 
 
 
  Mediaday srl