«Torna alla home | I Comuni del Salento | Mappa Salento | Pubblicità | Contatto | Link | I nostri banner |  
| Salento Storico | Eventi Salento | Ricette Salento | Itinerari Salento | Alloggi Salento | Prodotti Tipici | Salento Ristoranti | Artigianato |
Il Tarantismo: La Pizzica
Il Tarantismo Il Rito di Esorcizzazione La Pizzica La tarantola
La Notte della Taranta

La Pizzica

La pizzica pizzica
Fig.1 - La pizzica

La pizzica (fig.1) è una danza tradizionale popolare originalmente diffusa nella Puglia meridionale e nella Basilicata orientale. Fa parte della grande famiglia delle tarantelle.
La pizzica pizzica tradizionale si balla in coppia. La coppia non necessariamente deve essere formata da individui di sesso opposto: abbastanza comunemente danzano insieme due donne, mentre al giorno d'oggi è sempre più raro osservare due uomini ballare insieme, nonostante in passato la danza fra due uomini fosse molto più frequente di quella fra un uomo ed una donna. E' acclarato che il ballo della taranta ha origini che si fanno risalire agli antichi greci legandolo ai riti dionisiaci (misteri dionisiaci). Nel rito era previsto l'inoculazione del siero della tarantola agli adepti, la pizzicata, scatenando il "lato oscuro" - così fu visto successivamente dalla nuova religione. Lo scatenamento orgiastico della popolazione, serviva per rinsaldare i legami e raggiungere l'estasi.

LA PIZZICA COME TERAPIA

Tamburello salentino - pizzica
Fig.2 - Tamburelli salentini

La pizzica era considerata l'unica medicina contro il morso delle tarante. Nel Salento di molti anni fa, la popolazione per lo più era contadina, e viveva a strettissimo contatto con la terra e gli animali, tra cui la taranta, che si trovava in perfetto habitat nel caldo salentino. Durante il raccolto capitava di sentirsi improvvisamente male e svenire. Dopo molti casi non curati dalla medicina tradizionale, si notò che la persona in questione appariva in uno stato di trance continuo e non aveva alcuna reazione ad eccezione di un ballo durante la suonata di alcuni strumenti tra cui, il più importante, il tamburello (fig. 2).

LA PIZZICA E ALTRE SUE FORME

Tamburello salentino - pizzica
Fig.3 - La "Scherma" o danza delle spade a Torrepaduli

La "scherma", spesso impropriamente chiamata "danza delle spade" (fig. 3), fa parte della famiglia delle danze armate, cioè dei balli tradizionali nella quale i due sfidanti simulano un combattimento con armi. Nel caso della scherma, l'arma utilizzata è il coltello,che viene rappresentata dal dito indice e medio della mano. Nel Salento la scherma è accompagnata dalla pizzica pizzica, suonata con un ritmo cadenzato e con l'utilizzo di un numero più limitato di strumenti (tamburello, armonica a bocca organetto ). Nel Basso Salento il luogo in cui è più facile osservare questa tradizione è la Festa di San Rocco a Torrepaduli, frazione di Ruffano (lE) la quale si svolge nei giorni a cavallo del Ferragosto. La festa di San Rocco coincideva tradizionalmente con una delle più importanti fiere contadine della provincia, ed era occasione di pellegrinaggio da parte dei devoti di San Rocco. Sia i pellegrini che i numerosi commercianti passavano la notte in attesa della apertura della chiesa e dell'inizio della fiera di fronte al Santuario, ingannando il tempo suonando, cantando e, in alcuni casi, ballando la scherma.

LA PIZZICA “NEI GIORNI NOSTRI”

Notte della Taranta
Fig.4 - Logo della manifestazione "LA NOTTE DELLA TARANTA"
Oggi non ci sono piu casi eclatanti di tarantolate, ma la scomparsa progressiva della taranta nel Salento non ha cancellato la memoria storica di questo fenomeno, tanto che si ritiene la Taranta viva ancora oggi. La Grecìa Salentina è un esempio massimo di rappresentazioni folkoristiche sulla taranta. Ogni estate si fanno una serie di concerti itineranti per i comuni della grecìa salentina e con conclusione a fine agosto con un concerto finale LA NOTTE DELLA TARANTA (fig. 4).
Nonostante la sua origine sia legata ad un esorcismo adorcismo di natura pagana , collegata ai riti dionisiaci, con il passare del tempo la pizzica ha trovato una sua autonomia come tipo di danza e genere musicale, oltre a divenire un vero e proprio fenomeno popolare. Se da un lato, quindi, il tarantismo andava estinguendosi per effetto dei mutamenti nei costumi della società ,la pizzica è rimasta ben viva nella tradizione del folklore salentino. Tuttavia, per molti anni sia la pizzica che il fenomeno del tarantismo sono stati ritenuti un forma di arretratezza culturale di cui vergognarsi. Negli anni '70 la musica e le danze della pizzica sono state riscoperte ed apprezzate in tutta la loro bellezza, e oggi hanno contribuito a consolidare un legame culturale con altri fenomeni musicali simili dell'Italia meridionale Alcuni studiosi ritengono addirittura che la pizzica salentina costituisca il più lontano antenato della tarantella e delle sue varianti: la tarantella garganica , la tarantella napoletana ,la tarantella calabrese e la tarantella siciliana

 
Salento Story
 
 
Alloggi Salento
 
 
Artigianato Salento
 
 
Prodotti tipici Salento
 
 
 
 
 
 
  Mediaday srl